CORFÙ LAST MINUTE

15 October 2019
(1 Vote)
Author :  

CORFU

Una settimana con pochi impegni e compagnie aeree che fanno offerte last minute è una combinazione che non può che portare ad una sola conclusione : si parte!

E’ cosi che sabato dopo poco più di un ora di volo atterrerò a Corfù.

Corfù, o Kerkyra, è tra le più belle e affascinanti isole greche.

Meta ideale per tutti coloro che amano le belle spiagge e la natura, Corfù è famosa anche per le sue accoglienti città, i luoghi incantati nascosti dai suoi ricchi boschi verdi e i pittoreschi villaggi tradizionali.

E’ la più settentrionale delle isole ioniche ed è situata a largo della costa occidentale della Grecia: è la più verdeggiante, con oltre 2 milioni di alberi di ulivo, e la seconda per dimensione.

Un’occhiata alle previsioni del tempo mi rassicura sulla possibilità di raggiungere le due spiagge preferite.

Agios Giorgios Pagi , adagiata su una splendida baia a ferro di cavallo, è una spiaggia di sabbia dorata lunga ben 5 km, bagnata da un mare color smeraldo.

Parte del fascino di questa spiaggia è dovuto al fatto che nei dintorni non sono stati costruiti mega resort turistici, ma solo piccoli hotel

L’altra spiaggia che certamente raggiungerò sarà Myrtiotissa, un’incantevole spiaggia di sabbia dall’aspetto selvaggio, circondata da alte scogliere ricoperte di lussureggiante vegetazione e bagnata da acque cristalline. Pur essendo una delle spiagge più popolari dell’isola mantiene intatto il proprio fascino naturale; non è attrezzata e si raggiunge percorrendo un sentiero a piedi dalla fermata del bus.

Oltre alle splendide spiagge bagnate da un mare trasparente, la lista di cose da vedere a Corfù comprende interessanti attrazioni culturali come musei e palazzi storici, paesini che hanno mantenuto un’identità tradizionale, luoghi suggestivi dove poter scattare foto mozzafiato .

L’isola di Corfù non è per nulla una Grecia come le altre. Ci troviamo davanti ad un misto di cultura, vita notturna, atmosfera coloniale, spiagge sensazionali. La vecchia Kerkyra come la chiamano i greci è infatti una piccola nazione, fiera ed indipendente, e va trattata con reverenza

Basta un giro frettoloso per le vie del centro, per rendersi conto di trovarsi in una Grecia differente. Dove l’Oriente non ha ancora saputo farsi spazio. A Corfù l’Italia si percepisce forte nell'aria, ed i colori pastello, le persiane, i vicoli di pavè e vetrine di negozi rimandano alle strade delle nostre città. Ma poi incontri i caffè, i dehors, i souvladizici, i boulevards, e le esplandas: improvvisamente Corfù si scopre greco-parigina perché se i lunghissimi anni di dominio veneziano, infatti, le hanno forgiato l’identità, Napoleone l’ha fatta crescere.

A Corfù c’è “tanta roba”, e bastano appena due passi in città per rendersene conto. Fortezze, palazzi, musei (su tutti quello bizantino e quello di arte asiatica, pieno di mostre ed esibizioni), un intensa economia dove boutique storiche si sforzano di proporre in nuova veste prodotti tradizionali.

Sparse per l’isola poi ci sono cose da vedere piuttosto interessanti, come il Canal d’amour a Sidari, senza perdersi due passi nell'armonico monastero di Paleokastritsa. C’è anche un misterioso villaggio veneziano abbandonato, Paleá Períthia, e ancora un altro antico castello, ma con una vista mozzafiato, come Angelokastro.

Non resta che completare il check-in , prenotare il parcheggio malpensa, fare le valige e ……. PARTIRE !!!!

172 Views
Top