UNA BREVE VACANZA A POCHE ORE DA MILANO

11 January 2020
(1 Vote)
Author :  

bormio

Le festività natalizie sono ormai concluse ma non per questo non possiamo progettare una breve vacanza a poca distanza da Milano.
Andiamo in Valtellina e più precisamente a Bormio.

Acque termali e sport sono il binomio che ha fatto di Bormio il luogo di villeggiatura ideale sia d’estate sia d’inverno. Durante la stagione fredda, circondato dalle meraviglie del Parco Nazionale dello Stelvio, Bormio si veste di bianco e presenta tre ski aree con ben 115 chilometri di piste tra cui la mitica Stelvio, quasi 5 km, teatro di diverse gare mondiali e di Coppa del Mondo, nel 1985 e nel recente 2005, ma anche di numerosi tracciati dove è possibile divertirsi con i più piccoli. Novità della stagione?

I tre comprensori, Bormio, S. Caterina Valfurva e S. Colombano, sono per la prima volta accessibili con un unico skipass. Non solo. Le tre località sono collegate fra loro anche da un servizio bus gratuito. Per gli amanti del freestyle, il punto d’incontro è lo Snowpark Bormio, mentre i patiti del freeride si godono la neve fresca e la natura incontaminata del Vallone e del Posto degli Sciatori. Anche per gli amanti dello sci di fondo e alpinismo, la perla delle Alpi Lombarde sorprende con un’offerta irripetibile ed entusiasmante di piste dalle diverse difficoltà.

Il panorama degli sport invernali è completato dalle piste di pattinaggio su ghiaccio e di curling, dalle escursioni con le ciaspole, sempre più amate dagli italiani per la facilità con cui si può iniziare a praticarle e il contatto con la natura, e dallo sleddog per emozionanti escursioni con slitte trainate da husky.

Da Bormio è possibile arrivare in Svizzera nel giro di poche ore e da qui esplorare località esclusive come Saint Moritz. Per arrivare a Saint Moritz ci vuole poco più di un’ora di auto. Saint Moritz, situata al centro del paesaggio lacustre dell’Alta Engadina, è una delle località turistiche più note al mondo e il suo nome evoca eleganza, lusso, sfarzo. Il sole a Saint Moritz splende in media 322 giorni all’anno e l'aria si dice sia sempre frizzante come lo champagne!!!

Non dimentichiamoci però che stiamo parlando di strade di montagna e che siamo nella stagione invernale per cui è preferibile viaggiare con auto particolarmente performanti e la soluzione migliore è quella di rivolgersi ad un servizio di noleggio auto come offertenoleggioauto.it/italia/ dove potremo trovare certamente il mezzo di locomozione ottimale.

QUALCHE ACCENNO DI STORIA

Bormio ha una storia antica, riscontrabile ancor oggi in scorci artistici, architettonici e storici di rara bellezza, tanto che si pensa che già all’epoca romana fosse conosciuta per le sue acque termali dalle moltissime indicazioni terapeutiche.

In particolare si hanno benefici effetti nelle cure delle malattie respiratorie (riniti, faringiti, laringiti, tracheiti e bronchiti)

Se per quanto riguarda l’epoca romana si possono soltanto azzardare ipotesi, la storiografia e i documenti forniscono notizie più certe a partire dagli albori del primo millennio quando Bormio fu al centro di lunghe contese tra i vescovi di Como e di Coira. In quel periodo divenne il capoluogo di un contado che affermò la propria autonomia amministrativa, economica e giuridica,  ottenendo  privilegi e dazi sulle merci in transito, da sud verso nord e viceversa. Dal 1376al 1509, Bormio, insieme alla Valtellina, divenne area di influenza dei Visconti di Milano. Nel 1512 il Contado di Bormio passò, con la Valtellina e il Contado di Chiavenna, sotto il dominio delle Leghe Grigie (l’attuale cantone svizzero dei Grigioni). Tale dominio, salvo brevi periodi, durò fino al 1797, quando nacque la Repubblica Cisalpina, e Bormio e le zone limitrofe seguirono le sorti della Lombardia fino all’unità d’Italia.

Al termine della seconda guerra mondiale il paese conobbe un fiorente sviluppo turistico, favorito da un ambiente naturale ricco e sorprendente, dalla costruzione degli impianti di risalita e dallo sviluppo delle terme, tutti elementi che la rendono ancora oggi un'ambita meta di villeggiatura.

COSA VEDERE A BORMIO

Bormio non è solo sport e benessere, ma anche arte, cultura, storia. Passeggiando lungo le vie del centro storico, tra palazzi dagli antichi portali in pietra, chiese romaniche con affreschi trecenteschi sulla facciata e vie acciottolate incorniciate da archi e fontane, potrete scoprire i tesori storici e artistici dell’Alta Valtellina. La piazza principale di Bormio è Piazza Cavour, luogo di incontro dei bormini e teatro delle principali manifestazioni del paese. Le prime testimonianze di quest’area risalgono all’età del ferro. Gli edifici che vedete volgendo lo sguardo risalgono al 1621, in seguito all’incendio appiccato dagli spagnoli: c’è il Palazzo del Podestà, sede del tribunale e delle carceri, il Cortivo, un antico palazzo dove si riuniva l’assemblea pubblica e il Kuerc.

Non resta che partire !!!

375 Views
Top