GiocaMI Festival del Gioco da Tavolo

22 May 2019
(1 Vote)
Author :  

IMG 6008 A Milano il 25 maggio 2019  per giocare insieme, dedicato ai più giovani e a chi continua a sentirsi giovane.

 

Sabato 25 maggio presso Palazzo Marino si svolgerà GiocaMI il Festival del Gioco da Tavolo.

- dalle 10 alle 18, nella corte interna di Palazzo Marino e nella Sala Alessi, saranno messe a disposizione dei visitatori 30 postazioni da gioco in cui si alterneranno circa 100 diversi giochi da tavolo, con la possibilità di sfidare anche Mara Maionchi e tanti personaggi della tv e del web seguitissimi anche dal pubblico più giovane.

- Alle 11 ci sarà la premiazione del concorso “Una Ludoteca da Sogno” a cui hanno partecipato quarantacinque classi e oltre mille bambini delle scuole medie ed elementari, realizzato grazie alla collaborazione di Play Modena, MeMo e dell’editore Cmon.

- Alle ore 11:15 ci sarà la tavola rotonda: “Esperienze di una società in gioco” che affronterà le tematiche dell’isolamento sociale e dei rischi connessi all’abuso degli strumenti digitali.
La tavola rotonda sarà divisa in due momenti: il primo dedicato alle ragioni che conducono alla dipendenza e alla patologia da web e il secondo alle loro soluzioni. La Tavola rotonda sarà moderata da Silvia Sacchi, giornalista del Corriere della Sera e vedrà la partecipazione di: Don Rigoldi, assessore Giulio Gallera, Emilio Fossali (presidente Fondazione De Marchi e direttore pronto soccorso Pediatrico), Cristiano Gandini ( responsabile ambulatorio di terapia del dolore in de Marchi), dott.ssa Antonella Costantino (neuropsichiatra infantile del Policlinico di Milano), Marco Crepaldi (fondatore di Hikikomori Italia), Oscar Soriano (ludologo), dott.ssa Francesca Antonacci (pedagostista Università Bicocca), Davide Fant (sociologo), Luca Borsa (autore di giochi da tavolo), sarà inoltre presente un responsabile della Polizia Postale ed è stata invitata l’assessore Laura Galimberti.

Mara Maionchi- Dalle 15 una serie di incontri con professionisti del game designer, esperti ludologi ed appassionati per confrontarsi e rispondere alle domande del pubblico.
Scopriremo insieme, perché giocare da tavolo e le tendenze attuali; vedremo come approcciarsi al gioco in modo sereno e divertente, da dove e da quali titoli iniziare/come scegliere la propria ludoteca; ci spiegheranno i motivi della forte funzione aggregante e inclusiva dei giochi da tavolo e di società e la loro capacità intrinseca di creare legami positivi e solidi. Saranno nel frattempo a vostra disposizione per giocare con voi alle decine di giochi presenti. Saranno con noi: Andrea Chiarvesio, game designer, Luca Borsa, game designer, Spartaco Albertarelli, game designer, Luca Bonora, giornalista ed esperto di giochi, Sara Evangelista, pedagogista ed esperta di giochi, Roberta Scotto, giornalista ed esperta di giochi, Alessio Lana, giornalista ed esperto di giochi, Gionata Soletti, ludologo.
Mara Maionchi e altri personaggi noti ai più giovani che giocheranno con tutti i bambini che amano le sfide. L’iniziativa si rivolge ai giovani, bambini e adolescenti, con la proposta di riscoprire il gioco di società per stimolare la voglia di divertirsi in compagnia e per prevenire la dipendenza da web in tutte le sue forme. Il luogo scelto è quello dove sono cresciuti tutti i milanesi di una certa età: il cortile.

Oggi si cresce con uno smart-phone in mano: tutti, dai primi anni di vita, lo usano, i più piccoli per guardare i cartoni preferiti, per quelli che vanno a scuola è diventato uno strumento importante per studiare, tenersi in contatto e aggiornarsi, la rete è sicuramente una fonte importantissima di informazioni.
Passiamo tutti, piccoli e grandi, un bel po’ di ore con il telefono in mano, così, invece di guardarci in faccia, guardiamo uno schermo.
Per alcuni è diventato l’unico modo di vivere, come nel caso degli hikikomori, che si isolano dalla società per frequentare solamente il mondo virtuale, per altri la possibilità di passare pericolosamente il tempo e sfidare la loro vita in giochi che spingono al limite le loro possibilità con il rischio di farsi davvero molto male.

Crescere in modo sano significa imparare a stare insieme agli altri e godere dei momenti in compagnia, è importante imparare a sbagliare, e rimediare ai propri errori, a vincere e a perdere: il gioco è il migliore banco di prova per la vita. Molti milanesi adulti hanno cominciato a vivere in un cortile, oggi i cortili sono passati di moda ma il concetto di stare insieme e di usare fantasia, creatività e socialità non deve esaurirsi.

Per questo il 25 maggio dalle 10 alle 18 nel cortile di Palazzo Marino su 30 tavoli dedicati personaggi dello spettacolo, della rete e piccoli milanesi si sfideranno fino all’ultimo minuto (chi si ricorda il richiamo della mamma per la cena e la risposta dei piccoli….”dai ancora cinque minuti”) in giochi facili e difficili per pensare e per ridere.

 GiocaMi è un’iniziativa che diventerà realtà nelle scuole di Milano e della Lombardia, che si ripeterà e che entrerà nelle abitudini di tutti per ricordare, ogni tanto, di alternare il cortile allo schermo.

I giochi a disposizione sono stati forniti dalla maggior parte delle case editrici attive in Italia: Cmon, Cranio Creations, Giochi Uniti, MS Edizioni, Uplay, Oliphante, Giochi briosi, DV Giochi, Need Games, Asmodee, Hasbro, Pendragon, Raven, Horrible Games oltre a UESM – Casa dei Giochi e
Politecnico di Milano che sarà presente con un gioco sperimentale. Una occasione unica per appassionati e curiosi di cimentarsi in tantissimi giochi, alcuni dei quali non ancora in commercio.

GiocaMi ha ottenuto i patrocini di: Comune di Milano, Regione Lombardia, Fondazione IRCCS CaìGranda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e il sostegno tecnico di Coop Lombardia e Play: Festival del Gioco di Modena.

Che cos è la Fondazione:
La Fondazione G. e D. De Marchi ONLUS nasce negli anni’80 da un gruppo di medici e genitori che hanno sentito l’esigenza di fare di più per i propri bambini colpiti da gravi malattie croniche.
Da allora è impegnata a garantire la miglior assitenza globale possibile ai piccoli pazienti della Clinica Pediatrica De Marchi del Policlinico di Milano.
L’impegno si traduce nella ristrutturazione di reparti, acquisto e rinnovo delle atrezzature per la cura, la diagnosi e l’accoglienza, nel promuovere la ricerca e garantire borse di studio di specializzazione; nell’impiego di medici, operatori sanitari, animatori, psicologi e arteterapeuti.
L’attività della Fondazione comprende anche l’organizzazione delle vacanze assistite per i bambini, il sostegno alle famiglie bisognose con aiuti economici, la formazione di volontari che operano nei reparti della Clinica.

Ambulatorio di medicina del dolore e fenomeni di isolamento sociale
Presso la Clinica De Marchi del Policlinico di Milano è attivo l’unico Ambulatorio di medicina integrata del dolore pediatrico presente nell’area milanese. Nato per accogliere pazienti cronici e gravemente disabili, l’ambulatorio nel tempo è diventato punto di riferimento anche per pazienti che presentano sintomi di disagio giovanile con tendenza ad un isolamento sociale che porta all’abbandono scolastico e alla nascita di disturbi, fino a poco tempo fa sconosciuti, legati all’abuso delle nuove tecnologie digitali. Una patologia nata in Giappone e denominata Hikikomori che letteralmente significa “stare in parte, isolarsi”, è oggi un fenomeno che si sta diffondendo anche in Italia.

L’ambulatorio è formato da una equipe multi disciplinare di cura composta da medici, psicologi, fisioterapisti, umanisti, esperti del linguaggio e del web e amici e pet therapy.
La Redazione

73 Views
Template Settings

Theme Colors

Blue Red Green Oranges Pink

Layout

Wide Boxed Framed Rounded
Patterns for Layour: Boxed, Framed, Rounded
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…