IN USCITA MERCOLEDÌ 23 OTTOBRE PER BOMPIANI: IL RITORNO DEL BARONE WENCKHEIM DI LÁSZLÓ KRASZNAHORKAI

20 October 2019
(0 votes)
Author :  

ROMANZO BOMPIANI

Pagine 640

Prezzo 28,00 €

Traduzione di Dóra Várnai

“László Krasznahorkai è uno scrittore di straordinaria intensità.”

Marina Warner, giudice del Man Booker

International Prize

“Una visione di straziante bellezza.”

National Public Radio

“Uno degli artisti più misteriosi che ci sia in circolazione.”

Colm Tóibín

“Il maestro ungherese dell’apocalisse.”

Susan Sontag

Giunto ormai al capitolo decisivo della vita, il barone Béla Wenckheim torna nel paese natio in una sperduta provincia ungherese. La sua è una figura avvolta nel mistero: chi lo incrocia lo descrive come inverosimilmente pallido, magro e alto come un grattacielo, occhi neri, sguardo trasognato.

A causa dei debiti di gioco è fuggito da Buenos Aires, dove viveva in esilio, e non desidera altro che riunirsi al grande amore di gioventù, la sua Marietta o Marika: lui la chiama Marietta, ma per tutti gli altri è Marika. Il viaggio del barone si intreccia con quello del Professore, uno dei massimi esperti mondiali in muschi e licheni, che a sua volta si ritira dagli allori accademici per rinchiudersi in un selvatico eremitaggio e dedicarsi a faticosi esercizi di esenzione dal pensiero nelle immediate vicinanze della città di Béla Wenckheim.

Il ritorno del barone, che nella tensione dell’attesa è foriero di ricchezza per tutti, è ammantato da un rincorrersi di voci e da un turbine di pettegolezzi; attraverso le pagine graffianti dei giornali scandalistici ci immergiamo nella realtà del mondo ungherese e nella condizione di precarietà non solo economica in cui versa.

Ma cosa succede se il Messia tanto atteso non porta con sé la salvazione ma anzi il giudizio universale?

Un romanzo visionario che racconta l’assurdità del presente al ritmo di una marcia funebre.

LÁSZLŌ KRASZNAHORKAI

Ē nato a Gyula, in Ungheria, nel 1954. Ha vinto numerosi premi internazionali e le sue opere sono state pubblicate in molti paesi. Considerato dalla critica il più importante scrittore ungherese vivente, è autore di romanzi e raccolte di racconti, e ha collaborato con il regista Béla Tarr come sceneggiatore di cinque pellicole. Nel 2015 ha vinto il Man Booker International Prize. Bompiani ha pubblicato Satantango (2016), finalista al Premio Gregor Von Rezzori e al Premio Strega Europeo 2017, e la riedizione di Melancolia della resistenza (2018).

63 Views
Top