L'Umbria al centro del mondo agricolo italiano

29 March 2019
(0 votes)
Author :  

 

AgriumbriaSi apre la 51a edizione della fiera, riferimento nazionale per il settore agrozootecnico

 

Agriumbria 7  Oltre 600 solo i capi di bovini, alberghi pieni, attesi 75.000 visitatori da tutta Italia

Tre giorni, oltre 60 tra appuntamenti tecnici, presentazioni e dimostrazioni pratiche, 600 solo i capi di bovini presenti nei ring e nelle stalle e oltre 75.000 visitatori attesi. Questi i numeri che danno la dimensione di Agriumbria 2019, la fiera dell'agricoltura, zootecnica e alimentazione che fino a domenica 31 marzo sarà al centro del mondo agricolo italiano. Molte le novità, le tendenze e le innovazioni tecniche e tecnologiche che saranno presentate nei diversi settori produttivi. Un programma di incontri che mette insieme mondo accademico, imprenditori e agricoltori, associazioni di categoria e politica per un approccio tra nuovi modelli di business e sostenibilità sociale e ambientale delle produzioni. Un'impostazione fortemente voluta da Lazzaro Bogliari, presidente di Umbriafiere Spa, che come spiega: “In fiera c'è il presente e il futuro dell'agricoltura, un futuro che non può prescindere dalla sostenibilità dei processi e dalla qualità, tracciata e certificata, del nostro made in Italy”.

Ad inaugurare l'edizione 2019, venerdì 29 marzo, alle 9.15, presso il centro congressi di Umbriafiere a Bastia Umbra, interverranno: l'Onorevole Filippo Gallinella, Presidente Commissione Agricoltura Camera dei Deputati; Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria; Fernanda Cecchini, assessore alle Politiche agricole della Regione Umbria; Stefano Ansideri, sindaco del Comune di Bastia Umbra; Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia; Lazzaro Bogliari, presidente Umbriafiere Spa e un rappresentante della delegazione tunisina.

Da quel momento e per tre giorni (la fiera prosegue fino a domenica 31 marzo) l'Umbria sarà al centro del Paese per quanto riguarda i temi legati all'agricoltura, alla zootecnia e all'agroalimentare. Tante le aziende e le eccellenze nazionali e regionali presenti in fiera. Al centro la parte zootecnica con ben tre rassegne nazionali e tanti appuntamenti per gli allevatori. Attenzione anche a famiglie e occasioni per buongustai con gli stand delle eccellenze gastronomiche delle diverse regioni italiane. E poi anche animali da compagnia e da cortile, sementi, fiori e piante rare, attrezzi e prodotti per il giardinaggio e la vita all'aria aperta.

Tra gli appuntamenti va segnalata, alle 12.30, presso lo stand Italialleva, area zootecnica, la presentazione di Agrilevante 2019 (Bari 10-13 ottobre). Nell’edizione 2019 di Agrilevante ci sarà la presenza, in termini organizzativi, anche di Agriumbria, grazie alla quale sarà possibile, in collaborazione con l’Associazione Italiana Allevatori, dare vita ad una nuova sezione dedicata agli animali da allevamento, con la presenza di razze pregiate di bovini, equini e ovi-caprini. Un settore, quello zootecnico, nel quale la rassegna umbra vanta una notevole esperienza e competenza, requisiti che risulteranno preziosi per il successo della rassegna pugliese.

La presenza internazionale ad Agriumbria vedrà un ulteriore incremento in questa edizione numero 51. Grazie alla collaborazione sempre più stretta tra Umbriafiere e Federunacoma (Federazione nazionale costruttori macchine per l'agricoltura), durante l’edizione 2019 saranno ospitate sul territorio e in fiera le delegazione di imprenditori provenienti dai mercati dei Balcani e dell'Est Europa. Si sono accreditati infatti operatori provenienti da: Ucraina, Croazia e Albania.

Agriumbria edizione passata 1

Sarà proprio nella cornice della principale manifestazione del centro Italia dedicata al settore agricolo e agroalimentare, che la storica cooperativa umbra con sede a Ponte San Giovanni darà il via ai festeggiamenti del 50esimo con uno stand tutto nuovo e che testimonierà le ‘nozze d’oro’ con i propri affezionati consumatori. Nella tre giorni della kermesse, oltre alla possibilità di degustare il prelibato gelato Grifo Latte, sarà possibile assistere alla filatura dal vivo e all’assaggio della famosa mozzarella Colfiorito. Venerdì 29 marzo alle 14.30, nella sala convegni dell’Umbriafiere di Bastia Umbra, il management del Gruppo Grifo Agroalimentare presenterà l’analisi dei risultati ottenuti nel 2018 e le nuove iniziative di crescita dell’azienda.

-Convegno Sostenibilità ambientale nell'allevamento bovinol’Associazione Italiana Allevatori-A.I.A. - venerdì 29 marzo (a partire dalle ore 10) – propone il convegno tecnico dal titolo benessere animale e sostenibilità ambientale dell’allevamento bovino da carne. Il Convegno è organizzato in collaborazione con l’Associazione Regionale Allevatori (Ara) umbra e con il patrocinio della Regione Umbria e si terrà presso la Sala Maschiella del Centro Congressi di Umbriafiere “Lodovico Maschiella”.

-L'olivicoltura aiuta a mitigare i cambiamenti climatici

Una delle coltivazioni simbolo dell’eccellenza Made in Italy: l’olivicoltura. Durante il convegno “Focus Olivo – nuove tecniche di gestione sostenibile dell’oliveto”, in programma venerdì 29 marzo, Image Line e QdC – Quaderno di Campagna approfondiranno la conoscenza delle nuove tecnologie per la gestione degli oliveti, le linee guida per l’agricoltura di precisione e le novità nell’ambito della difesa dell’olivo. Ma non solo. Ampio spazio sarà dato anche alle strategie produttive sostenibili, alle nuove tecniche di difesa fitosanitaria e ai nuovi software in grado di monitorare, pianificare e registrare tutto ciò che avviene in campo.

-Agriumbria e Ordine dei Giornalisti dell'Umbria: comunicare il valore del cibo e delle terra

"Comunicare il valore della terra e del cibo": è il titolo del seminario in programma venerdì 29 marzo nell'ambito di Agriumbria 2019 che ospita, per la prima volta, un'iniziativa inserita nelle attività di formazione continua dei giornalisti, nella consapevolezza che la corretta informazione svolga un ruolo fondamentale per la valorizzazione delle produzioni agroalimentari e per la promozione dei prodotti di qualità.

Agriumbria, che vedrà oltre 450 espositori in rappresentanza di oltre 2.500 aziende e industrie presenti o rappresentate dalla rete commerciale, offrirà, dal 29 al 31 marzo, una panoramica generale e organica dell’innovazione tecnologica raggiunta nei differenti settori merceologici. La manifestazione si conferma come uno dei momenti centrali per l'imprenditoria e l'industria agricola e agrozootecnica nazionale e umbra, un evento capace di attirare addetti ai lavori e pubblico davvero da tutta Italia.

La Redazione

75 Views
Template Settings

Theme Colors

Blue Red Green Oranges Pink

Layout

Wide Boxed Framed Rounded
Patterns for Layour: Boxed, Framed, Rounded
Top
We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…