Perchè non festeggiare San Valentino alle Isole Cook?

22 January 2020
(0 votes)
Author :  

Il 14 febbraio basta con i soliti cioccolatini e rose rossecook island Aitutaki David Kirkland, perchè non regalarvi uno stacco su una delle abbaglianti spiagge della Polinesia Neozelandese? Si

tratta di un autentico piccolo paradiso,lontano dalle rotte turistiche più convenzionali. Sono le 15 Isole Cook, poste a metà strada tra la Nuova Zelanda e le Hawaii, ideali per una fuga romantica, con le loro spiagge incontaminate, le vette vulcaniche e lussureggianti foreste. Alle Cook il romanticismo si declina in tanti modi: dalla crociera ad Aitutaki, una delle lagune più belle del mondo, alle cene a lume di candela al tramonto, dal benessere offerto da massaggi polinesiani tradizionali a base di olio di cocco alle emozionanti immersioni nelle acque cristalline.

I numeri dell'arcipelago Cook

Le isole Cook sono state votate tra le prime 30 destinazioni di viaggio emergenti sul pianeta per il 2020, nonché la destinazione numero 1 in Oceania e Sud Pacifico. I riconoscimenti annuali in onore delle destinazioni di tendenza sono stati pubblicati nei giorni scorsi sul sito www.TravelLemming.com - il blog di viaggi fondato dall’americano Nate Hake, la cui missione è di promuovere le destinazioni emergenti in tutto il mondo come soluzione all’overtourism - ed i vincitori sono stati selezionati grazie alle votazioni di 30 tra i blogger di viaggio più famosi del mercato, che vantano collettivamente oltre 12 milioni di follower sui social media. “Le Isole Cook sono onorate di accogliere questo premio. La sostenibilità del nostro piccolo paradiso continua a migliorare – afferma Nick Costantini, GM Southern Europe per Cook Islands Tourism Corporation – nell'aprile di quest'anno è stato lanciato il programma di eco-certificazione Mana Tiaki in collaborazione con Te Ipukarea Society, National Environment Service, Ridge 2 Reef e Cook Islands Tourism Corporation. Questo è solo un esempio del nostro impegno a lungo termine per rendere le Isole Cook una destinazione più sostenibile per la nostra gente e per i visitatori”.

Nel descrivere il motivo per cui le Isole Cook sono state selezionate, l'articolo recita:" Gli intrepidi amanti della spiaggia hanno trovato un nuovo paradiso nelle acque azzurre incontaminate e sulle spiagge bianche delle Isole Cook. Unisci tradizione polinesiana e abbondante vita marina e capirai perché questo arcipelago del Pacifico del Sud è pronto a lottare per il titolo di migliore destinazione insulare del mondo. Ma il miglior motivo per visitare le Isole Cook nel 2020? È un paese che sembra considerare seriamente lo sviluppo responsabile, salvaguardando oltre 1 milione di chilometri quadrati di Parco Marino, perseguendo obiettivi di energia rinnovabile e concentrando i suoi sforzi sull'eco-turismo".cook island1

Immersioni in spiagge favolose

Ecco le 3 spiagge più belle dell’arcipelago, quelle da non perdere assolutamente.

1. One Foot Island - Aitutaki
Appartata e romantica, Aitutaki ha un fascino davvero irresistibile. Qui potete oziare sotto una palma da cocco o chiedere indicazioni per il giardino segreto, ma il modo migliore per esplorarla, gustandone appieno la bellezza, è senza dubbio la mini crociera giornaliera che conduce verso i motu più lontani, come Honeymoon Island, bianca striscia di sabbia che emerge di soli 10 cm dall’acqua azzurra. Da qui, camminando quasi sull’acqua trasparente, si raggiunge One Foot Island, uno degli atolli più belli al mondo e unica isola disabitata ad avere un ufficio postale dal quale potrete inviare cartoline e farvi timbrare il passaporto con il famoso timbro a forma di piede.

2. Titikaveva - Rarotonga
Rarotonga, isola principale dell’Arcipelago, ammalia grazie alla straordinaria bellezza dei suoi profili frastagliati, al riflesso delle palme, all’incredibile laguna turchese ed al profumo dei fiori che pervade costantemente l’aria. Alla spiaggia di Titikaveka, conosciuta come la più bella di Rarotonga, si può esplorare la splendida laguna e la barriera corallina facendo snorkeling oppure con immersioni guidate con le bombole in 3-4 metri di profondità, in tutta tranquillità e sicurezza. Pesci tropicali coloratissimi e stelle marine di un blu intenso rendono questo luogo uno dei migliori punti di snorkeling disponibili alle Cook. Un suggerimento: visitatela verso le 19:00 (o alle 18:00 nel periodo invernale), per una foto tramonto davvero epica.

3. Nikao Beach - Rarotonga
Cook Islands Aitutaki David Kirkland 12Sempre a Rarotonga, sulla costa settentrionale a ovest della capitale Avarua, si trova Nikao Beach, tra la famosa spiaggia di Black Rock e l’aeroporto. Questo è il luogo ideale per fare surf e body-boarding in acque poco profonde! Rarotonga ha onde tutto l'anno, grazie a vari passaggi tra la barriera dove soffiano venti diversi. Il periodo migliore rimane l'estate australe, da novembre a marzo, quando le tempeste nel Pacifico del Nord alimentano il moto ondoso nel Sud Pacifico, che incontra i venti che arrivano da sud est, creando le condizioni migliori sulle coste settentrionali ed occidentali. I surfers locali, tra l’altro, accolgono con calda ospitalità gli stranieri esono più che felici di mostrare i loro siti preferiti e di condividere le loro esperienze ed i loro consigli. Per i più esperti, il piccolo paradiso offre delle onde piuttosto impegnative lungo i passaggi tra la barriera. La maggior parte di queste sono veloci e brevi e le onde si infrangono lungo una barriera poco profonda. Per osservare le balene ci si sposta, invece, di qualche metro e ci si siede sulle rocce nere di Black Rock (Tuoro), dove secondo la tradizione gli spiriti dei morti partono per Avaiki, uno dei tanti nomi con cui i popoli della Polinesia si riferiscono all’aldilà. Un suggerimento: Rarotonga è uno di quei pochi posti al mondo dove è possibile stare in piedi a circa 30 m sotto un aereo in procinto di atterrare. Un momento da immortalare! Il tempismo è tutto però, perché l’aeroporto dell’isola non è certo come quello di LA!

E in caso vi vogliate sposare? Alle Cook è possibile

Le spiagge di questo piccolo angolo di paradiso, in particolare One Foot Island, sono l’ideale sia per celebrare un matrimonio. In tutto il Pacifico, solo qui è possibile ridurre a 24 ore il processo per ottenere il certificato di matrimonio, che solitamente richiede circa tre giorni. Diverse wedding planners locali vi aspettano per aiutarvi ad organizzare ogni aspetto del vostro giorno speciale, dall'interprete in lingua italiana durante la cerimonia al fotografo, dalla torta ai fiori. E dopo la cerimonia, come vuole la tradizione, piantate insieme una palma sulla spiaggia a simbolo di un nuovo inizio.

Regali preziosi

Il souvenir più prezioso di queste isole è senza dubbio rappresentato dalle perle nere 'Avaiki', autentici pezzi d'arte completamente naturali che rappresentano il principale prodotto di esportazione. Il gioiello perfetto, se non avete deciso di sposarvi qui, per una proposta di matrimonio inaspettata.

Romantico relax

Te ManavaUn viaggio in quello che è considerato il paradiso per antonomasia del relax non è, però, completo senza una visita ad una Boutique Spa. Sulla bellissima costa sud orientale di Rarotonga dalle spiagge bianchissime vi aspetta il Te Manava Luxury Villa & Spa dove potrete farvi coccolare in un centro benessere elegante e lussuoso, circondato da un tranquillo giardino d'acqua, che offre una varietà di trattamenti di bellezza con prodotti Te Tika, una linea di prodotti biologici a base di ingredienti provenienti esclusivamente dalle isole Cook. Sull’isola di Aitutaki, invece, sono da segnalare il Pacific Resort Aitutaki, premiato in passato fra i migliori Boutique Hotel al mondo, con la sua rinomata “Tiare SPA” nell’inconfondibile stile polinesiano, che propone differenti trattamenti in luogo magico con vista sulla famosa laguna, e l’Aitutaki Lagoon Resort&Spa con la sua “SpaPolynesia”, l’unico resort a possedere la sua isola privata, Motu Akitua, il luogo perfetto per chi è alla ricerca del relax e del romanticismo.

Emozionanti immersioni

Le acque di questo arcipelago sono così limpide e pure che invitano all’esplorazione. I fondali corallini ospitano coloratissimi pesci tropicalie conchiglie, di ogni genere e grandezza, mentre appena oltre il reef vi attendono balene, squali martello, murene, tartarughe e molte altre meravigliose creature marine, a seconda del periodo dell’anno. Molte strutture ricettive forniscono strumentazione gratuita e sono diverse le agenzie che organizzano dallo scooter safari nella laguna alle immersioni guidate con le bombole, in tutta tranquillità e sicurezza per subacquei più o meno esperti. Tra queste Ariki Adventures propone, a partire da 110 dollari neozelandesi, un eco-tour guidato di circa due ore per nuotare con le tartarughe: una delle esperienze più incredibili che puoi avere in questi mari! AM26054

Per informazioni consultate l'Ente del Turismo Isole Cook

La redazione

92 Views
Top