Ciao, mollo tutto e vado in Nepal

25 February 2020
(0 votes)
Author :  

skydiving exhim adventure nepalIl 18 febbraio, nella splendida cornice milanese di Terrazza Martini, il Nepal ha presentato la sua offerta turistica: Visit Nepal 2020 Lifetime experience, promosso dall’Ambasciata del Nepal in

Italia, dal Consolato Generale Onorario del Nepal, situato a Roma e dalla Non-Resident Nepali Association Italy.

L’obiettivo dichiarato dal governo nepalese è quello ambizioso di raggiungere i 2 milioni di visitatori e incrementarne la spesa giornaliera, arrivando a 75 dollari.

La campagna ‘Visit Nepal 2020 - lifetime experiences’ mira ad offrire esperienze di vita uniche attraverso l’innovazione e la personalizzazione, che includano attività, eventi e destinazioni su misura.
“A tale scopo, il Governo ha identificato una serie di punti chiave su cui intervenire – spiega Paolo Nugari, Console Generale Onorario del Nepal a Roma – a partire dall’esigenza primaria di costruire strade, aeroporti e funivie, dalla creazione di nuovi sentieri i trekking, al consolidamento della sicurezza e all’espansione della connettività, oltre alla conservazione e al miglioramento delle strutture esistenti, andando a creare nuove opportunità lavorative, facendo leva su tecnologia, sinergie internazionali e zero emissioni di carbone”.

“It is about the value, the feelings and culture that Nepal is all about”: dagli angoli più remoti al paesaggio urbano, dalle vette più alte al mondo alla sempre attenta e gelosa tutela della propria cultura, il Nepal incarna un’esperienza multi-sensoriale di colori, suoni, panorami e sapori.
Una strategia di sviluppo dell’industria turistica nepalese e, in senso più ampio, di sviluppo economico che mira al potenziamento di infrastrutture e all’offerta di nuovi prodotti ma, soprattutto, a standard più elevati nella promozione della destinazione quale meta di viaggio sostenibile, che sa valorizzare e custodire il suo ambiente e il suo patrimonio.

“Fin dall’apertura dei propri confini, negli anni ’50, il Nepal ha stuzzicato l’immaginazione dei viaggiatori più acuti e curiosi, quelli desiderosi di avventura e, oggi, la campagna Visit Neapl 2020 è un’opportunità per portare l’industria turistica negli angoli più remoti del Paese con programmi di sviluppo mirati – continua Paolo Nugari – andando a creare i presupposti per offrire al mondo la condivisione di un’esperienza unica e memorabile”.
La campagna fungerà da catalizzatore per il conseguimento degli obiettivi prefissati dal Governo per individuare e accelerare il potenziale di sviluppo dell’industria turistica negli anni a venire, assicurando la sua attenzione a facilitarne la loro realizzazione.

La serata milanese Visit Nepal 2020

A dare il benvenuto agli ospiti presenti S.E. l’Ambasciatore del Nepal in Italia (non residente), Mr. Mani Prasad Bhattarai. La parola è, quindi, passata a Paolo Nugari – Console Generale Onorario del Nepal a Roma: “Il Nepal non è solo il Paese con le vette più alte al mondo, forteconsole nepal a milanomente legato alle tradizioni e alla sua cultura, ma è anche una nazione in grande trasformazione che guarda con fiducia e positività al futuro, in grado di offrire ai viaggiatori di ogni angolo di mondo attrattive naturalistiche, artistiche e culturali impareggiabili”.
Nel corso della serata sono intervenuti Marco Confortola, noto alpinista italiano, guida alpina internazionale ed explorer, che ha mostrato le imprese estreme che, dal 2004 ad oggi, lo hanno portato a scalare i grandi colossi himalayani e il suo importante impegno sociale nella realizzazione di una scuola in Nepal; Marco Casareto, direttore di Meridiani e Meridiani Montagne, che ha presentato il monografico interamente dedicato al Paese asiatico, in edicola proprio da febbraio, insieme al fotogiornalista Bruno Zanzottera, noto fotoreporter italiano, che ha contribuito alla realizzazione di tre dei servizi più emozionanti del numero in distribuzione.

A fare da moderatore, Stefano Ardito, giornalista, scrittore, fotografo, video maker, amante dell’alpinismo, della natura, della scienza, della storia e autore di numerose pubblicazioni riguardanti questo magnifico Paese (nella foto, da sinistra: Marco Confortola, Paolo Nugari, Stefano Ardito, S.E. Mr. Mani Prasad Bhattarai, Bruno Zanzottera e Marco Casareto).

Ad accogliere il pubblico presente anche esponenti dell’Ambasciata nepalese e Gurung Dev Raj (Presidente di NRN – Non Resident Nepali), insieme ad altri membri dell’Associazione. Tre le compagnie aeree hanno presenziato Air India, Qatar Airways e Turkish Airlines che hanno messo in palio un biglietto aereo ciascuna per Kathmandu, estratto a fine serata.
Ad intrattenere gli ospiti, alcune danzatrici nepalesi della comunità per il Programma Culturale e, per concludere, una cena nepalese offerta dall’Ambasciata del Nepal a cura dell’Himalaya Restaurant di Milano.

Qualche dato sul turismo

nel paese delle tigri nepalNel 2019, i turisti internazionali che si sono recati in Nepal sono stati 1.200.000, pari ad un incremento del 3% rispetto al 2018.
E anche il mercato italiano continua a crescere: gli italiani che si sono recati in Nepal da gennaio a dicembre 2019 sono stati 16.000, pari ad un incremento dell’3% rispetto al 2018.
per ulteriori informazioni consultate il sito di Visit Nepal.

La redazione

256 Views
Top