In vacanza per imparare la cucina medievale, ma non solo

01 February 2020
(0 votes)
Author :  

Imparare a fare i mosaici a Milano foto di Ransel Yoho via Unsplash

Imparare a fare i mosaici a Milano, foto di

Ransel Yoho via Unsplash

Non è più un trend ma una realtà ben consolidata: sempre più spesso vacanza fa rima con esperienza se non addirittura con apprendimento, che sia di un'attività (fare mosaici, cuocere il pane, preparare un piatto Thai) o di uno sport (immersione, tennis, ma anche parapendio, yoga o vela). Per qualcuno questo tipo di vacanza è il continuo di uno stile di vita dai ritmi sincopati, all'insegna del produrre; non si stacca mai, niente relax in panciolle a bordo mare, ma attività seppure senza ritorni immediati. Per altri, invece, è un modo di scoprire abilità, magari manuali, che non si credeva di possedere o che forse si è sempre pensato di avere, ma non si è mai potuto mettere alla prova. E per altri ancora è il coronamento di un sogno a lungo accarezzato. Quali sono le attività artistiche e non più amate durante le vacanze?

Cucinare al tempo della pietra con Ursula

Ursula è un'archeologa che ha lavorato nel bacino mediterraneo a molti scavi e proprio durante le sue permanenze, spesso in case di locali, ha iniziato a riflettere e a studiare il modo di vivere senza sprechi e rispettoso dell'ambiente dei suoi ospiti. Ha poi unito l'osservazione ai suoi studi ed oggi propone dei soggiorni a Martinafranca in Puglia in cui, ospiti in casa sua, si impara a cucinare come si faceva nel Medioevo, nel Rinascimento ma anche nel Neolitico, usando i prodotti el suo orto, dell'uliveto e della vigna.

Dipingere in studio con una pittrice internazionale

Tutto genio e sregolatezza. Se è così che vi immaginate il mondo dell'arte visiva dovrete ricredervi con Clare che, per sfuggire alle città, si è rifugiata per dipingere a Guardia Sanframodi in Campania. Qui ha uno studio, ma non è rado incontrarla mentre lavora all'aperto e si fa avvolgere dal sole. Parte del lavoro è in studio e ha a che fare con i pennelli, le tele, le matite, ma buona parte è fatto di meditazione, di scoperta del borgo di Guardia Saframondi e dei suoi ritmi per trovare ispirazioni, spunti, colori e luce. Pronti a trasformarvi in artisti del pennello?

C'è del surrealismo su questa gonna?

Colleen lavora come stampatrice di tessuti nella campagna di Pescara, ma è anche una designer che ama ispirarsi al Surrealismo. A casa sua si impara a creare i disegni che poi saranno riprodotti su tessuto, a scegliere i colori e come usarli, a usare gli stampi rigorosamente in legno e, infine, a stampare su tessuto. E se vi manca l'ispirazione i borghi attorno a Pescara e le spiagge dell'Adriatico sapranno accendere la scintilla delle vostre creazioni.

Imparare a fotografare in vacanza, foto John Pearson via Unsplash

Imparare il fotogiornalismo con un esperto

Manoocher ha fotografato per 40 anni il mondo per riviste come Newsweek e National Geographic ricevendo premie riconoscimenti, ma soprattutto mostrando cosa succedeva nel mondo ed accumulando storie incredibili. Quindi una vacanza studio con lui, oltre a darvi la possibilità di dormire in un trullo, vi aprirà le porte per imparare i segreti della fotografia e del giornalismo di qualità. Non solo tecnica, comunque. Le passeggiate e l'esplorazione dei borghi attorno a Martina Franca, macchina fotografica al collo, fanno parte integrante della vacanza studio.

Creare mosaici in un giardino segreto a Milano

Maria ha studiato il mosaico alla Scuola Mosaicisti del Friuli e oggi lavora a progetti per clienti individuali ma anche grandi brand che scelgono il mosaico per i propri spazi. Nascosta in un giardino che dalla stada non si vede, Maria seleziona le tessere di vetro e pietra in base a colore e forma e se avete bisogno di un'attività per apprendere la pazienza e il valore del tempo, quella di creare un mosaico è di certo la vostra attività. Se un mosaico da parete è troppo, Maria vi insegnerà anche a fare dei gioielli che saranno davvero unici ed irripetibili.

Kintsugi foto Fabio Bastante

Imparare l'arte del kintsugi a Biella con Chiara Lorenzetti, foto Fabio Bastante

Il kintsugi, l'arte del lasciar passare la luce

Chiara ha studiato restauro a Firenze e poi è tornata a Biella e si è appassionata di kintsugi, l'arte giapponese di riparare con degli inserti in oro gli oggetti in ceramica e porcellana che si rompono. Insomma se siete stanchi di rabberciare in malo modo la vostra tazza favorita andata in mille pezzi o il manico alla brocca lasciata in eredità dalla nonna, imparare il kintsugi è la soluzione. Non solo perché gli oggetti così trattati acquistano un nuovo carattere, sono sempre loro, ma lo sono di più: più belli, più luminosi. Ma anche perché il kintsugi insegna molto anche sulle nostre fratture e su come rimettere insieme i nostri cocci.

Imparare a remare su una gondola

Cosa si prova a vedere Venezia dai canali e stando ritti sulla gondola, scegliendo in quale rio entrare o in quale punto di Canal Grande sostare? Oggi potete farlo anche se non siete parte di una delle storiche famiglie di gondolieri veneziani, perché in un 'ora imparerete da un gondoliere esperto tutti i segreti e le basi per remare e governare una gondola. Sorpresa finale: oltre a girare per Venezia, proverete anche l'esperienza di solcare il mare aperto nella laguna davanti al Lido di Venezia.

Spillare la birra

Versare la birra non è uno scherzo e farlo nel modo corretto non è qualcosa che si improvvisa, così perché non imparare da un mastro birraio a spillare la birranel modo corretto che, tra l'altro, cambia, seppure in modo quasi impercettibile, per ogni birra? Tornerete dalla vostra vacanza capaci non solo di riconoscere le birre e le loro caratteristiche, ma anche di spillarle come si deve. Insomma, la prossima happy hour la potrete organizzare voi con un giro di birre da esperti, spillate alla perfezione e saprete anche combinare gli stuzzichini migliori per esaltarne il gusto.

I souvenir vintage della vacanza

E se quest'anno dalla vacanza tornaste con dei souvenir diversi? Diciamo uno o due capi vintage da urlo? Preparatevi allora ad andare a caccia del vintage più speciale di Firenze e a scoprire cosa comprare, con chi parlare per i consigli più giusti e come abbinare i pezzi con Alize, che ha studiato moda a Milano e, una volta trasferitasi a Firenze, ha inziato a esplorare la città alla ricerca non solo dei migliori negozi di moda, ma anche dei negozi di vintage e seconda mano dove si nascondono i poezzi più preziosi. Sarà una vera scoperta della moda italiana e non.

Imparare lo yoga in vacanza foto Annie Spratt via UnsplashImparare lo yoga in vacanza, foto Annie Spratt via Unsplash

Yoga yin e cibo sano per il detox

La vacanza è anche il tempo del relax e del recupero energia e cosa c'è di meglio che dedicarsi allo yoga yin, uno yoga molto slow? Tre volte al giorno, magari, dedicandovi e dedicandogli tutto il tempo necessario e non un'ora rubata tra un impegno e l'altro. Bonus: non sarete al chiuso in uno studio, ma all'aperto immersi nella natura, baciati dal sole. Niente di meglio per il vostro saluto al sole. La combo prevede anche di prendersi cura di voi dal dentro con una cucina sana fatta di prodotti organici a KM0 provenienti dall'orto della proprietà.

Scoprite di più sull'arte del mosaico con Maria Giassi a Milano.

Scoprite di più sul kintsugi con Chiara Lorenzetti a Biella.

Le proposte per una vacanza all'insegna di pittura, fotogiornalismo ed altro con Vawaa.

Cristiana Pedrali

514 Views
Top